Vai al menu principale  Vai ai contenuti della pagina

 

Home > Servizi > Tachigrafo digitale

Tachigrafo digitale

Il cronotachigrafo digitale, che occorre per registrare i tempi di guida dei conducenti di camion, pullman ed autocarri, nasce dall’esigenza di sostituire il precedente apparato analogico, nel tempo risultato di facile contraffazione da parte degli utilizzatori, così da consentire la manomissione delle rilevazioni degli orari e per questo in grado di creare gravi distorsioni della libera concorrenza del mercato dell’autotrasporto (su 1 milione di veicoli controllati nel 2002, sono state riscontrate circa 70.000 frodi o tentativi di frode).

Inoltre, problemi d’utilizzo ed affidabilità, specialmente nella lettura dei dati sui dischi utilizzati dal tachigrafo analogico hanno reso complessi anche i controlli da parte delle Autorità competenti.

In Italia le competenze relative all’implementazione del cronotachigrafo digitale sono state definite dal DM 361 del 31/10/2003 che ha attribuito alle Camere di Commercio specifiche competenze in tale ambito, individuandole quali:

- Autorità per il rilascio delle carte tachigrafiche;
- la verifica della conformità degli apparecchi di controllo e delle carte tachigrafiche ai rispettivi modelli omologati;
- la verifica della rispondenza delle apparecchiature delle officine e dei montatori autorizzati e la regolarità delle loro attività in sede di montaggio, riparazione, verifica e controllo;
- La formazione per i Centri tecnici che dovranno abilitarsi per operare sul Tachigrafo Digitale.


Info e contatti:

tel. 0893068414

email: firmadigitale@sa.camcom.it

 

Clicca qui per accedere alla pagina dedicata alla modulistica

 


 

Modalità di sostituzione Carta del Conducente per smarrimento/furto

 

Al fine di poter procedere con la sostituzione delle Carte Tachigrafiche del conducente per smarrimento/furto, è tassativo indicare, nella denuncia sporta presso l’Autorità competente, il numero di carta smarrita/sottratta.

 

Tale numero potrà essere richiesto preventivamente presso i nostri sportelli  [Sportelli “G”] ovvero al seguente indirizzo di posta elettronica: massimo.longobardi@sa.camcom.it

 

In mancanza del suddetto codice identificativo, non sarà assolutamente possibile procedere con l’accettazione delle istanza di sostituzione.

LINK

Voci Collegate
Voci collegate
Condividi:
Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter