Vai al menu principale  Vai ai contenuti della pagina

 

Home > Ufficio Stampa > News > Sospensione delle attività obbligatoria e facoltativa: chiarimenti sugli adempimenti

Sospensione delle attività obbligatoria e facoltativa: chiarimenti sugli adempimenti

http://www.sa.camcom.it//uploaded/immagini free/edilizia.jpg

Il Decreto Presidente del Consiglio dei Ministri dell’11 marzo 2020, emanato allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, ha disposto la sospensione obbligatoria  delle principali attività economiche, ad eccezione di quelle indicate nell'elenco allegato al decreto stesso, per il periodo 12 - 25 marzo 2020.

Il successivo decreto del 22 marzo 2020, nel prorogare la sospensione delle attività già individuate fino al 3 aprile 2020, ha disposto la sospensione di ulteriori attività produttive dal 23 marzo fino alla medesima data del 3 aprile 2020.

Con riferimento a tali disposizioni normative, come da indicazioni di UNIONCAMERE, si forniscono di seguito alcuni chiarimenti

Le imprese soggette a sospensione obbligatoria non devono presentare alcuna comunicazione di sospensione dell'attività all’Ufficio del Registro delle Imprese o all’Albo delle imprese artigiane per il periodo previsto dai citati decreti, né da eventuali analoghe disposizioni normative che dovessero essere emanate per far fronte all’attuale emergenza sanitaria.

Le imprese che, benché non soggette all’obbligo di sospensione, decidano di sospendere l’attività su base volontaria (sospensione facoltativa) sono, invece, tenute a comunicare la sospensione al Registro imprese o all'Albo delle imprese artigiane solo se la stessa supera i 30 gg.. Devono, cioè, presentare la relativa istanza telematica alla Camera di Commercio, completa della comunicazione trasmessa al SUAP competente e del pagamento dei diritti di segreteria (€ 30,00 per le società – € 18,00 per le ditte individuali).

Le stesse imprese che sospendono l’attività volontariamente, per un periodo non superiore ai trenta giorni, non devono presentare alcuna comunicazione al Registro delle Imprese e all’Albo delle Imprese Artigiane. In tal caso, è sufficiente la sola comunicazione al SUAP, su modulistica unificata.

Condividi:
Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter