Vai al menu principale  Vai ai contenuti della pagina

 

Home > Servizi > Protesti > Fuori corso le cambiali con imposta prestampata

Fuori corso le cambiali con imposta prestampata

Da gennaio 2010
Con decreto del 26 maggio 2009, pubblicato in G.U. il 9 giugno 2009, il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha dichiarato fuori corso i foglietti bollati per cambiali recanti l'importo dell'imposta assolta in lire-euro e in euro e le marche da bollo per cambiali, il cui valore è espresso in lire, in lire-euro e in euro.

A partire da gennaio 2010 saranno pertanto valide solo le cambiali formate da un foglietto bollato per cambiali privo dell'importo dell'imposta assolta e con le caratteristiche previste dal provvedimento 29/11/2006 dell'Agenzia delle Entrate - "Istituzione di un nuovo foglietto bollato per cambiali" (pubblicato in G.U. n. 288 del 12/12/2006).

L'imposta dovuta dovrà essere attestata mediante l'apposizione di contrassegno telematico.

Si ricorda che la cambiale è un titolo di credito all'ordine ed attribuisce al legittimo possessore il diritto incondizionato a farsi pagare la somma determinata alla scadenza indicata.

Il titolo nel quale manchi uno dei seguenti requisiti non vale come cambiale (artt. 2 e 101 della "legge cambiaria" - R.D. 14 dicembre 1933, n. 1669 e successive modificazioni):
a) la denominazione di cambiale;
b) la promessa incondizionata o l'ordine incondizionato di pagare una somma determinata;
c) il nome del beneficiario (pagherò) o del trattario (tratta);
d) il nome del debitore, con l'indicazione del luogo e data di nascita e/o codice fiscale;
e) la sottoscrizione dell'emittente o del traente.

Allegati

Voci collegate
protesti
Condividi:
Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter