Notizie in evidenza e news http://www.sa.camcom.it http://www.sa.camcom.it/images/logo_camcom.gif http://www.sa.camcom.it Notizie in evidenza e news Le News della CDC di Salerno http://blogs.law.harvard.edu/tech/rss http://www.sa.camcom.it <![CDATA[ Indice dei prezzi al consumo - Maggio 2018 ]]> http://www.sa.camcom.it/P42A1914C395S392/Indice-dei-prezzi-al-consumo---Maggio-2018.htm Mon, 18 Jun 2018 00:06:00 GMT Rss http://www.sa.camcom.it/P42A1914C395S392/Indice-dei-prezzi-al-consumo---Maggio-2018.htm

L’Istat comunica che nel mese di maggio 2018, si stima che l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, aumenti dello 0,3% rispetto al mese precedente e dell’1,0% su base annua (da +0,5% registrato ad aprile). La stima preliminare era +1,1%.

La marcata ripresa dell’inflazione si deve prevalentemente ai prezzi dei Beni alimentari non lavorati, la cui crescita tendenziale passa da +0,7% di aprile a +2,4% e dei Beni energetici non regolamentati (da +2,7% a +5,3%). A questi fattori si aggiunge l’inversione di tendenza della dinamica dei prezzi dei Servizi relativi ai trasporti (da -0,7% a +1,7%); contribuiscono poi, seppur in misura minore, i prezzi dei Tabacchi (da +2,8% a +3,4%) e quelli dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (da +1,0% a +1,3%).

L’“inflazione di fondo”, al netto degli energetici e degli alimentari freschi, e quella al netto dei soli Beni energetici crescono entrambe da +0,5 di aprile a +0,8%.

L’aumento congiunturale dell’indice generale dei prezzi al consumo è dovuto ai rialzi dei prezzi di diverse tipologie di prodotto, tra cui spiccano quelli dei Beni energetici non regolamentati (+2,1%), degli Alimentari non lavorati (+1,9%), dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona e dei Tabacchi (+0,6% per entrambe).

L’inflazione accelera sia per i beni (da +0,7% di aprile a +1,0%) sia per i servizi (da +0,3% a +0,9%); il differenziale inflazionistico tra servizi e beni rimane negativo, ma più contenuto rispetto da aprile (da -0,4 punti percentuali a -0,1 punti percentuali).

Per maggiori informazioni:

Ufficio Statistica e Prezzi – sig.ra Marisa Pareres

Tel. 0893068464

]]>
L’Istat comunica che nel mese di maggio 2018, si stima che l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, aumenti dello 0,3% rispetto al mese precedente e dell’1,0% su base annua (da +0,5% registrato ad aprile). La stima preliminare era +1,1%.

La marcata ripresa dell’inflazione si deve prevalentemente ai prezzi dei Beni alimentari non lavorati, la cui crescita tendenziale passa da +0,7% di aprile a +2,4% e dei Beni energetici non regolamentati (da +2,7% a +5,3%). A questi fattori si aggiunge l’inversione di tendenza della dinamica dei prezzi dei Servizi relativi ai trasporti (da -0,7% a +1,7%); contribuiscono poi, seppur in misura minore, i prezzi dei Tabacchi (da +2,8% a +3,4%) e quelli dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (da +1,0% a +1,3%).

L’“inflazione di fondo”, al netto degli energetici e degli alimentari freschi, e quella al netto dei soli Beni energetici crescono entrambe da +0,5 di aprile a +0,8%.

L’aumento congiunturale dell’indice generale dei prezzi al consumo è dovuto ai rialzi dei prezzi di diverse tipologie di prodotto, tra cui spiccano quelli dei Beni energetici non regolamentati (+2,1%), degli Alimentari non lavorati (+1,9%), dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona e dei Tabacchi (+0,6% per entrambe).

L’inflazione accelera sia per i beni (da +0,7% di aprile a +1,0%) sia per i servizi (da +0,3% a +0,9%); il differenziale inflazionistico tra servizi e beni rimane negativo, ma più contenuto rispetto da aprile (da -0,4 punti percentuali a -0,1 punti percentuali).

Per maggiori informazioni:

Ufficio Statistica e Prezzi – sig.ra Marisa Pareres

Tel. 0893068464

]]>
redazione@sa.camcom.it ( Redazione sa.camcom.it )
<![CDATA[ Regione Campania: contributi fiere internazionali - risorse ancora disponibili ]]> http://www.sa.camcom.it/P42A1913C395S392/Regione-Campania--contributi-fiere-internazionali---risorse-ancora-disponibili.htm Thu, 14 Jun 2018 00:06:00 GMT Rss http://www.sa.camcom.it/P42A1913C395S392/Regione-Campania--contributi-fiere-internazionali---risorse-ancora-disponibili.htm

Si ricorda che dal 6 giugno 2018 sono aperti i termini per l’invio telematico delle domande di assegnazione dei VOUCHER (contributi a fondo perduto, pari al 70% delle spese) per la partecipazione delle PMI a fiere in Italia e all’estero, di cui all’avviso pubblico della Regione Campania, pubblicato sul BURC n. 33 del 7 maggio scorso.

- Misura dell’agevolazione: contributi in de minimis, a copertura del 70% delle spese ammissibili, per un massimo di n° 4 voucher, di cui: max 2 per fiere in Italia e Paesi UE, pari a € 3.000/cad; e max 2 per fiere extra UE, pari a € 5.000,00/cad (per cui ciascuna PMI può concorrere ad un importo agevolativo massimo di € 16.000 totali)

- Periodo di ammissibilità: fiere dal 1° luglio 2018 al 30 giugno 2019

- Spese ammissibili: locazione, allestimento, costi di iscrizione fiere, inserimento in catalogo, servizi di hostess e interpretariato, realizzazione di materiale promozionale/informativo, servizi di trasporto.

- Indirizzo Piattaforma web per la presentazione delle domande: http://simricerca.regione.campania.it/

 

]]>
Si ricorda che dal 6 giugno 2018 sono aperti i termini per l’invio telematico delle domande di assegnazione dei VOUCHER (contributi a fondo perduto, pari al 70% delle spese) per la partecipazione delle PMI a fiere in Italia e all’estero, di cui all’avviso pubblico della Regione Campania, pubblicato sul BURC n. 33 del 7 maggio scorso.

- Misura dell’agevolazione: contributi in de minimis, a copertura del 70% delle spese ammissibili, per un massimo di n° 4 voucher, di cui: max 2 per fiere in Italia e Paesi UE, pari a € 3.000/cad; e max 2 per fiere extra UE, pari a € 5.000,00/cad (per cui ciascuna PMI può concorrere ad un importo agevolativo massimo di € 16.000 totali)

- Periodo di ammissibilità: fiere dal 1° luglio 2018 al 30 giugno 2019

- Spese ammissibili: locazione, allestimento, costi di iscrizione fiere, inserimento in catalogo, servizi di hostess e interpretariato, realizzazione di materiale promozionale/informativo, servizi di trasporto.

- Indirizzo Piattaforma web per la presentazione delle domande: http://simricerca.regione.campania.it/

 

]]>
redazione@sa.camcom.it ( Redazione sa.camcom.it )
<![CDATA[ Estate 2018 - Frecciarossa in Cilento - Venerdì 15/6 presentazione del servizio ]]> http://www.sa.camcom.it/P42A1912C395S392/Estate-2018---Frecciarossa-in-Cilento---Venerdi-15-6-presentazione-del-servizio.htm Wed, 13 Jun 2018 00:06:00 GMT Rss http://www.sa.camcom.it/P42A1912C395S392/Estate-2018---Frecciarossa-in-Cilento---Venerdi-15-6-presentazione-del-servizio.htm

Venerdì 15 giugno alle ore 11.15 presso la stazione di Salerno, si terrà la presentazione del servizio Frecciarossa per l’estate 2018 in Cilento. L'inizaitiva è stata organizzata dalla Regione Campania in collaborazione con Trenitalia e sarà presentata da Vincenzo De Luca, presidente della Giunta Regionale della Campania, Vincenzo Napoli, sindaco di Salerno, Andrea Prete, presidente della Camera di Commercio di Salerno, Tommaso Pellegrino, presidente dell’Ente Parco Nazionale del Cilento, Diano e Alburni, Corrado Matera, assessore al Turismo della Regione Campania, Gianpiero Strisciuglio, direttore della Divisione Passeggeri L- H. Trenitalia.

]]>
Venerdì 15 giugno alle ore 11.15 presso la stazione di Salerno, si terrà la presentazione del servizio Frecciarossa per l’estate 2018 in Cilento. L'inizaitiva è stata organizzata dalla Regione Campania in collaborazione con Trenitalia e sarà presentata da Vincenzo De Luca, presidente della Giunta Regionale della Campania, Vincenzo Napoli, sindaco di Salerno, Andrea Prete, presidente della Camera di Commercio di Salerno, Tommaso Pellegrino, presidente dell’Ente Parco Nazionale del Cilento, Diano e Alburni, Corrado Matera, assessore al Turismo della Regione Campania, Gianpiero Strisciuglio, direttore della Divisione Passeggeri L- H. Trenitalia.

]]>
redazione@sa.camcom.it ( Redazione sa.camcom.it )
<![CDATA[ Alternanza Scuola Lavoro: approvate le graduatorie - contributi scuole II grado ]]> http://www.sa.camcom.it/P42A1911C395S392/Alternanza-Scuola-Lavoro--approvate-le-graduatorie---contributi-scuole-II-grado-.htm Mon, 11 Jun 2018 00:06:00 GMT Rss http://www.sa.camcom.it/P42A1911C395S392/Alternanza-Scuola-Lavoro--approvate-le-graduatorie---contributi-scuole-II-grado-.htm

Con determina  Dirigenziale n. 159 del 29/03/2018 è stata approvata la I graduatoria relativa alle istanze pervenute fino al 20 Febbraio 2018.

Con determina dirigenziale n. 265 del 25 maggio 2018 è stata approvata la II graduatoria relativa alle istanze pervenute dal 21 Febbraio al 30 Aprile 2018 (termine ultimo di scadenza  per la presentazione delle istanze di contributo).

Qui trovi il regolamento e la modulistica: https://goo.gl/sQm64Z

Per informazioni:

dr. Maria D’Alessio – 0893068208 mail: maria.dalessio@sa.camcom.it

 

]]>
Con determina  Dirigenziale n. 159 del 29/03/2018 è stata approvata la I graduatoria relativa alle istanze pervenute fino al 20 Febbraio 2018.

Con determina dirigenziale n. 265 del 25 maggio 2018 è stata approvata la II graduatoria relativa alle istanze pervenute dal 21 Febbraio al 30 Aprile 2018 (termine ultimo di scadenza  per la presentazione delle istanze di contributo).

Qui trovi il regolamento e la modulistica: https://goo.gl/sQm64Z

Per informazioni:

dr. Maria D’Alessio – 0893068208 mail: maria.dalessio@sa.camcom.it

 

]]>
redazione@sa.camcom.it ( Redazione sa.camcom.it )
<![CDATA[ Forte presenza di under35 rosa nel tessuto imprenditoriale della provincia di Salerno ]]> http://www.sa.camcom.it/P42A1910C395S392/Forte-presenza-di-under35-rosa-nel-tessuto-imprenditoriale-della-provincia-di-Salerno-.htm Thu, 07 Jun 2018 00:06:00 GMT Rss http://www.sa.camcom.it/P42A1910C395S392/Forte-presenza-di-under35-rosa-nel-tessuto-imprenditoriale-della-provincia-di-Salerno-.htm

I dati della dinamica delle imprese registrate presso la Camera di Commercio di Salerno

Delle 27.874 imprese femminili presenti in provincia di Salerno al 31 marzo 2018, ben 4.208 sono giovanili, ossia caratterizzate dalla partecipazione assoluta o maggioritaria di giovani con meno di 35 anni di età: 1 ogni 7 aziende femminili.

In generale, le imprese femminili rappresentano circa il 23,2% del totale del tessuto produttivo provinciale (Italia 21,8%).

Analizzando la specifica componente delle imprese giovanili, va rilevato che la “quota rosa” è analoga a quella nazionale: quasi il 29% delle attività under 35 della provincia ha una donna al comando. La presenza complessiva di imprese giovanili in provincia è, tuttavia, ben più significativa (12% del totale imprese) rispetto alla media nazionale (9%).

L’analisi settoriale rivela un particolare interesse dei giovani imprenditori per le attività caratterizzate da più basse barriere all’entrata. La maggiore concentrazione di imprese “under 35” si riscontra, infatti, nel settore del commercio all’ingrosso e al dettaglio (4.592 imprese), segue il settore agricolo (1.846) e quello turistico (1.185).

Dei tre settori più significativi, i servizi di alloggio e ristorazione si caratterizza per la forte presenza della componente femminile: in tale ambito infatti le imprenditrici giovani incidono per circa un terzo (33,5%) Da segnalare una presenza rosa nelle “under 35” superiore alla media provinciale anche in settori tradizionalmente maschili, come le attività finanziarie e assicurative (32,9%) e quelle artistiche, sportive e di intrattenimento (35%). Infine, nel settore “Altre attività di servizi”, che comprende anche i servizi alla persona, risulta guidata da una donna, una ogni due imprese giovanili (53,8%).

Per quanto riguarda la componente imprenditoriale straniera, sono gestite da donne il 22,5% delle oltre 7.500 imprese create da cittadini provenienti da altri paesi. Il dato è inferiore alla media regionale (23,3%) e nazionale (23,9%).

Circa i paesi numericamente più rilevanti per l’imprenditoria immigrata provinciale, risulta modesta la componente “rosa” proveniente dai paesi africani (Marocco, Senegal, Algeria e Tunisia) e dal Pakistan e Bangladesh. In particolare, le 157 imprenditrici del Marocco rappresentano solo il 6% dell’ampia realtà imprenditoriale proveniente da tale paese. Al contrario i paesi dell’est Europa (Romania, Ucraina, Polonia e Russia), nonché la Cina, si caratterizzano per una forte incidenza di imprenditrici.

Questo, in sintesi, è quanto emerge dalle elaborazioni dei dati Infocamere effettuate dall’Osservatorio Economico provinciale della Camera di Commercio di Salerno, illustrati dal presidente Andrea Prete durante l’incontro "Donne e politiche attive del lavoro", tenuto nel pomeriggio di oggi, giovedì 7 giugno presso la sede storica dell’Ente camerale. L'appuntamento è la tappa salernitana dell'11° giro d'Italia delle donne che fanno impresa, il road show itinerante organizzato da Unioncamere in collaborazione con le Camere di Commercio e ai Comitati per l'imprenditoria femminile.

Per approfondimenti, si può consultare lo studio completo di grafici e tabelle statistiche, disponibile qui: https://goo.gl/24NRC4

Salerno, 7 giugno 2018

da sinistra:
Angela Pisacane - presidente Comitato Imprenditoria Femminile CCIAA Salerno
Giuseppe Tripoli - segretario generale Unioncamere
Andrea Prete - presidente Camera Commercio Salerno
 

 

]]>
I dati della dinamica delle imprese registrate presso la Camera di Commercio di Salerno

Delle 27.874 imprese femminili presenti in provincia di Salerno al 31 marzo 2018, ben 4.208 sono giovanili, ossia caratterizzate dalla partecipazione assoluta o maggioritaria di giovani con meno di 35 anni di età: 1 ogni 7 aziende femminili.

In generale, le imprese femminili rappresentano circa il 23,2% del totale del tessuto produttivo provinciale (Italia 21,8%).

Analizzando la specifica componente delle imprese giovanili, va rilevato che la “quota rosa” è analoga a quella nazionale: quasi il 29% delle attività under 35 della provincia ha una donna al comando. La presenza complessiva di imprese giovanili in provincia è, tuttavia, ben più significativa (12% del totale imprese) rispetto alla media nazionale (9%).

L’analisi settoriale rivela un particolare interesse dei giovani imprenditori per le attività caratterizzate da più basse barriere all’entrata. La maggiore concentrazione di imprese “under 35” si riscontra, infatti, nel settore del commercio all’ingrosso e al dettaglio (4.592 imprese), segue il settore agricolo (1.846) e quello turistico (1.185).

Dei tre settori più significativi, i servizi di alloggio e ristorazione si caratterizza per la forte presenza della componente femminile: in tale ambito infatti le imprenditrici giovani incidono per circa un terzo (33,5%) Da segnalare una presenza rosa nelle “under 35” superiore alla media provinciale anche in settori tradizionalmente maschili, come le attività finanziarie e assicurative (32,9%) e quelle artistiche, sportive e di intrattenimento (35%). Infine, nel settore “Altre attività di servizi”, che comprende anche i servizi alla persona, risulta guidata da una donna, una ogni due imprese giovanili (53,8%).

Per quanto riguarda la componente imprenditoriale straniera, sono gestite da donne il 22,5% delle oltre 7.500 imprese create da cittadini provenienti da altri paesi. Il dato è inferiore alla media regionale (23,3%) e nazionale (23,9%).

Circa i paesi numericamente più rilevanti per l’imprenditoria immigrata provinciale, risulta modesta la componente “rosa” proveniente dai paesi africani (Marocco, Senegal, Algeria e Tunisia) e dal Pakistan e Bangladesh. In particolare, le 157 imprenditrici del Marocco rappresentano solo il 6% dell’ampia realtà imprenditoriale proveniente da tale paese. Al contrario i paesi dell’est Europa (Romania, Ucraina, Polonia e Russia), nonché la Cina, si caratterizzano per una forte incidenza di imprenditrici.

Questo, in sintesi, è quanto emerge dalle elaborazioni dei dati Infocamere effettuate dall’Osservatorio Economico provinciale della Camera di Commercio di Salerno, illustrati dal presidente Andrea Prete durante l’incontro "Donne e politiche attive del lavoro", tenuto nel pomeriggio di oggi, giovedì 7 giugno presso la sede storica dell’Ente camerale. L'appuntamento è la tappa salernitana dell'11° giro d'Italia delle donne che fanno impresa, il road show itinerante organizzato da Unioncamere in collaborazione con le Camere di Commercio e ai Comitati per l'imprenditoria femminile.

Per approfondimenti, si può consultare lo studio completo di grafici e tabelle statistiche, disponibile qui: https://goo.gl/24NRC4

Salerno, 7 giugno 2018

da sinistra:
Angela Pisacane - presidente Comitato Imprenditoria Femminile CCIAA Salerno
Giuseppe Tripoli - segretario generale Unioncamere
Andrea Prete - presidente Camera Commercio Salerno
 

 

]]>
redazione@sa.camcom.it ( Redazione sa.camcom.it )
<![CDATA[ Biblioteca della Camera di Commercio - Affidamento servizio catalogazione SBN WEB - Offerte entro il 5 luglio 2018 ]]> http://www.sa.camcom.it/P42A1908C395S392/Biblioteca-della-Camera-di-Commercio---Affidamento-servizio-catalogazione-SBN-WEB---Offerte-entro-il-5-luglio-2018.htm Wed, 06 Jun 2018 00:06:00 GMT Rss http://www.sa.camcom.it/P42A1908C395S392/Biblioteca-della-Camera-di-Commercio---Affidamento-servizio-catalogazione-SBN-WEB---Offerte-entro-il-5-luglio-2018.htm

La Camera di Commercio di Salerno deve procedere all’affidamento diretto, previa indagine di mercato del servizio catalogazione SBN WEB della propria biblioteca.

Le modalità ed i termini ai quali dovrà rispondere la prestazione del servizio sono riportate nel capitolato allegato alla lettera d’invito che sarà indirizzata agli operatori economici che manifesteranno interesse e di seguito si riepilogano brevemente:

  1. Sistemazione e riordino volumi;
  2. Catalogazione
  3. Formazione del personale camerale
  4. Valorizzazione biblioteca
  5. Supporto attività biblioteca


L’importo a base di gara per il servizio è pari ad €.7.800,00 oltre iva – di cui €.300,00 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso. L’incidenza  del costo del personale  è pari al 70%  dell’importo  a base di gara.

Manifestazioni d'interesse entro le ore 12.00 del 5 luglio 2018.

Per saperne di più consulta l'avviso e gli allegati.

Info:
Camera di Commercio di Salerno
Ufficio  Biblioteca
maurizio.delgrosso@sa.camcom.it - tel.089/3068209.
 

]]>
La Camera di Commercio di Salerno deve procedere all’affidamento diretto, previa indagine di mercato del servizio catalogazione SBN WEB della propria biblioteca.

Le modalità ed i termini ai quali dovrà rispondere la prestazione del servizio sono riportate nel capitolato allegato alla lettera d’invito che sarà indirizzata agli operatori economici che manifesteranno interesse e di seguito si riepilogano brevemente:

  1. Sistemazione e riordino volumi;
  2. Catalogazione
  3. Formazione del personale camerale
  4. Valorizzazione biblioteca
  5. Supporto attività biblioteca


L’importo a base di gara per il servizio è pari ad €.7.800,00 oltre iva – di cui €.300,00 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso. L’incidenza  del costo del personale  è pari al 70%  dell’importo  a base di gara.

Manifestazioni d'interesse entro le ore 12.00 del 5 luglio 2018.

Per saperne di più consulta l'avviso e gli allegati.

Info:
Camera di Commercio di Salerno
Ufficio  Biblioteca
maurizio.delgrosso@sa.camcom.it - tel.089/3068209.
 

]]>
redazione@sa.camcom.it ( Redazione sa.camcom.it )
<![CDATA[ Chiusura estiva degli uffici distaccati dell'Ente ]]> http://www.sa.camcom.it/P42A1909C395S392/Chiusura-estiva-degli-uffici-distaccati-dell-Ente.htm Wed, 06 Jun 2018 00:06:00 GMT Rss http://www.sa.camcom.it/P42A1909C395S392/Chiusura-estiva-degli-uffici-distaccati-dell-Ente.htm

Si comunica che gli sportelli camerali di Nocera Superiore, Sala Consilina e Vallo della Lucania resteranno chiusi per il priodo estivo, precisamente da lunedì 2 luglio a venerdì 31 agosto 2018.

Ci scusiamo per il disagio.
 

]]>
Si comunica che gli sportelli camerali di Nocera Superiore, Sala Consilina e Vallo della Lucania resteranno chiusi per il priodo estivo, precisamente da lunedì 2 luglio a venerdì 31 agosto 2018.

Ci scusiamo per il disagio.
 

]]>
redazione@sa.camcom.it ( Redazione sa.camcom.it )
<![CDATA[ TTG Rimini, 10/12 ottobre 2018 - Termini e modalità di partecipazione ]]> http://www.sa.camcom.it/P42A1907C395S392/TTG-Rimini--10-12-ottobre-2018---Termini-e-modalita-di-partecipazione.htm Tue, 05 Jun 2018 00:06:00 GMT Rss http://www.sa.camcom.it/P42A1907C395S392/TTG-Rimini--10-12-ottobre-2018---Termini-e-modalita-di-partecipazione.htm

La Regione Campania, in collaborazione con Unioncamere Campania, al fine di favorire la promo-commercializzazione turistica locale, in Italia e nel mondo, curerà la partecipazione alla manifestazione fieristica TTG in programma a Rimini dal 10 al 12 ottobre 2018.

Le imprese interessate posson aderire entro il 26 giugno 2018 con le modalità indicate nell'allegata manifestazione d'interesse.

]]>
La Regione Campania, in collaborazione con Unioncamere Campania, al fine di favorire la promo-commercializzazione turistica locale, in Italia e nel mondo, curerà la partecipazione alla manifestazione fieristica TTG in programma a Rimini dal 10 al 12 ottobre 2018.

Le imprese interessate posson aderire entro il 26 giugno 2018 con le modalità indicate nell'allegata manifestazione d'interesse.

]]>
redazione@sa.camcom.it ( Redazione sa.camcom.it )
<![CDATA[ Donne e politiche attive del lavoro - Giovedì 7/6 ore 17.00 - CCIAA Salerno - via Roma ]]> http://www.sa.camcom.it/P42A1906C395S392/Donne-e-politiche-attive-del-lavoro---Giovedi-7-6-ore-17-00---CCIAA-Salerno---via-Roma.htm Fri, 01 Jun 2018 00:06:00 GMT Rss http://www.sa.camcom.it/P42A1906C395S392/Donne-e-politiche-attive-del-lavoro---Giovedi-7-6-ore-17-00---CCIAA-Salerno---via-Roma.htm
Giovedì 7 giugno 2017, alle ore 17.00, presso la sede storica della Camera di Commercio di Salerno - via Roma 29 - si terrà la tappa salernitana dell'11' giro d'Italia delle donnne che fanno impresa, il road show itinerante organizzato da Unioncamere insieme alle Camere di commercio e ai Comitati per l'imprenditoria femminile. Nove tappe per informare le imprenditrici e offrire strumenti formativi a chi aspira a diventarlo, dare visibilità alle dinamiche che riguardano l'occupazione femminile e creare consenso sul tema delle pari opportunità.
 

 

]]>
Giovedì 7 giugno 2017, alle ore 17.00, presso la sede storica della Camera di Commercio di Salerno - via Roma 29 - si terrà la tappa salernitana dell'11' giro d'Italia delle donnne che fanno impresa, il road show itinerante organizzato da Unioncamere insieme alle Camere di commercio e ai Comitati per l'imprenditoria femminile. Nove tappe per informare le imprenditrici e offrire strumenti formativi a chi aspira a diventarlo, dare visibilità alle dinamiche che riguardano l'occupazione femminile e creare consenso sul tema delle pari opportunità.
 

 

]]>
redazione@sa.camcom.it ( Redazione sa.camcom.it )
<![CDATA[ Diritto annuale anno 2018 ]]> http://www.sa.camcom.it/P42A1904C395S392/Diritto-annuale-anno-2018.htm Thu, 31 May 2018 00:05:00 GMT Rss http://www.sa.camcom.it/P42A1904C395S392/Diritto-annuale-anno-2018.htm

Nel file allegato è disponibile il vademecum relativo al diritto annuale per l'anno 2018. Nel documento sono indicati gli importi da versare, i termini e le modalità per il pagamento, le sanzioni in caso di tardato o omesso versamento.

Struttura Intermedia di Coordinamento Diritto Annuo e Contenzioso Tributario Camera di commercio di Salerno
Via Gen Clark 19/21 – 84131 Salerno (SA)
Tel. 0893068422 e-mail: luigi.cipollaro@sa.camcom.it
Responsabile Dr. Luigi Cipollaro
sito: www.sa.camcom.it

Ulteriori informazioni possono essere richieste all’Ufficio Diritto Annuale della Camera di Commercio I .A .A.
Via Gen.Clark 19/21, 84131 Salerno (SA) – Tel. 0893068416-479 –
ovvero all’Ufficio Contenzioso Tributario Tel. 0893068483 e-mail: ripalta.giordano@sa.camcom.it; federica.mazzoni@sa.camcom.it

]]>
Nel file allegato è disponibile il vademecum relativo al diritto annuale per l'anno 2018. Nel documento sono indicati gli importi da versare, i termini e le modalità per il pagamento, le sanzioni in caso di tardato o omesso versamento.

Struttura Intermedia di Coordinamento Diritto Annuo e Contenzioso Tributario Camera di commercio di Salerno
Via Gen Clark 19/21 – 84131 Salerno (SA)
Tel. 0893068422 e-mail: luigi.cipollaro@sa.camcom.it
Responsabile Dr. Luigi Cipollaro
sito: www.sa.camcom.it

Ulteriori informazioni possono essere richieste all’Ufficio Diritto Annuale della Camera di Commercio I .A .A.
Via Gen.Clark 19/21, 84131 Salerno (SA) – Tel. 0893068416-479 –
ovvero all’Ufficio Contenzioso Tributario Tel. 0893068483 e-mail: ripalta.giordano@sa.camcom.it; federica.mazzoni@sa.camcom.it

]]>
redazione@sa.camcom.it ( Redazione sa.camcom.it )
<![CDATA[ Indagine Excelsior sull'andamento dell'occupazione nelle imprese nel trimestre luglio-settembre 2018 ]]> http://www.sa.camcom.it/P42A1903C395S392/Indagine-Excelsior-sull-andamento-dell-occupazione-nelle-imprese-nel-trimestre-luglio-settembre-2018.htm Wed, 30 May 2018 00:05:00 GMT Rss http://www.sa.camcom.it/P42A1903C395S392/Indagine-Excelsior-sull-andamento-dell-occupazione-nelle-imprese-nel-trimestre-luglio-settembre-2018.htm

Periodo di rilevazione: 30 maggio-8giugno 2018

Unioncamere, in accordo con l’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro (ANPAL) sta realizzando, insieme alle Camere di Commercio dei diversi territori, il progetto Excelsior, già sviluppato con successo a partire dal 1997. Il progetto ha l’obiettivo di monitorare le prospettive dell’occupazione nelle imprese ed alla relativa richiesta di profili professionali. Sul sito http://excelsior.unioncamere.net  e www.sa.camcom.it sono disponibili i principali risultati della scorsa edizione.

Nell’ambito di questo progetto si sta  effettuando un monitoraggio relativo alle previsioni di assunzione relative a luglio-settembre 2018 attraverso un questionario indirizzato ad un campione di imprese e studi professionali con dipendenti, distribuiti su tutto il territorio nazionale e selezionati casualmente dagli archivi delle Camere di Commercio.

In particolare, la rilevazione viene realizzata attraverso un’interfaccia online accessibile direttamente attraverso uno specifico link riportato nella lettera di sensibilizzazione inviata alle imprese via PEC.

Nel corso dell’indagine, inoltre, le imprese potrebbero essere contattate dalla Camera di Commercio di Salerno con lo scopo di agevolare lo svolgimento della rilevazione.

Le notizie raccolte con l’indagine saranno trattate esclusivamente a scopo statistico, garantendo la massima riservatezza.

Ai sensi della normativa in materia di tutela della privacy (D.Lgs. 196/03), i dati raccolti verranno elaborati sia in modo automatizzato che cartaceo e con modalità strettamente correlate all’indagine. Il conferimento dei dati è disciplinato dalla normativa applicata alle indagini con obbligo di risposta previste dal Programma Statistico Nazionale. Essi saranno diffusi, in ogni caso, in modo tale che non sia possibile risalire alle imprese che li forniscono.

Unioncamere, con sede in Roma, Piazza Sallustio, n. 21, è Titolare del progetto di ricerca.

Al termine della ricerca, Unioncamere e la  Camera di Commercio di Salerno renderanno noti, in forma anonima e aggregata, i risultati ottenuti.

Per ulteriori informazioni:

Ufficio di Statistica –  Marisa Pareres – tel. 089 3068464 –email: marisa.pareres@sa.camcom.it

]]>
Periodo di rilevazione: 30 maggio-8giugno 2018

Unioncamere, in accordo con l’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro (ANPAL) sta realizzando, insieme alle Camere di Commercio dei diversi territori, il progetto Excelsior, già sviluppato con successo a partire dal 1997. Il progetto ha l’obiettivo di monitorare le prospettive dell’occupazione nelle imprese ed alla relativa richiesta di profili professionali. Sul sito http://excelsior.unioncamere.net  e www.sa.camcom.it sono disponibili i principali risultati della scorsa edizione.

Nell’ambito di questo progetto si sta  effettuando un monitoraggio relativo alle previsioni di assunzione relative a luglio-settembre 2018 attraverso un questionario indirizzato ad un campione di imprese e studi professionali con dipendenti, distribuiti su tutto il territorio nazionale e selezionati casualmente dagli archivi delle Camere di Commercio.

In particolare, la rilevazione viene realizzata attraverso un’interfaccia online accessibile direttamente attraverso uno specifico link riportato nella lettera di sensibilizzazione inviata alle imprese via PEC.

Nel corso dell’indagine, inoltre, le imprese potrebbero essere contattate dalla Camera di Commercio di Salerno con lo scopo di agevolare lo svolgimento della rilevazione.

Le notizie raccolte con l’indagine saranno trattate esclusivamente a scopo statistico, garantendo la massima riservatezza.

Ai sensi della normativa in materia di tutela della privacy (D.Lgs. 196/03), i dati raccolti verranno elaborati sia in modo automatizzato che cartaceo e con modalità strettamente correlate all’indagine. Il conferimento dei dati è disciplinato dalla normativa applicata alle indagini con obbligo di risposta previste dal Programma Statistico Nazionale. Essi saranno diffusi, in ogni caso, in modo tale che non sia possibile risalire alle imprese che li forniscono.

Unioncamere, con sede in Roma, Piazza Sallustio, n. 21, è Titolare del progetto di ricerca.

Al termine della ricerca, Unioncamere e la  Camera di Commercio di Salerno renderanno noti, in forma anonima e aggregata, i risultati ottenuti.

Per ulteriori informazioni:

Ufficio di Statistica –  Marisa Pareres – tel. 089 3068464 –email: marisa.pareres@sa.camcom.it

]]>
redazione@sa.camcom.it ( Redazione sa.camcom.it )
<![CDATA[ Online l'annuario 2017 sul mercato suinicolo italiano realizzato da BMTI ]]> http://www.sa.camcom.it/P42A1902C395S392/Online-l-annuario-2017-sul-mercato-suinicolo-italiano-realizzato-da-BMTI.htm Tue, 29 May 2018 00:05:00 GMT Rss http://www.sa.camcom.it/P42A1902C395S392/Online-l-annuario-2017-sul-mercato-suinicolo-italiano-realizzato-da-BMTI.htm

L’Annuario 2017 sul mercato suinicolo realizzato da BMTI nell’ambito di un progetto con il Ministero delle Politiche Agricole, attraverso l’analisi delle principali variabili di settore (consistenza allevamenti, macellazioni, costi, scambi con l’estero, prezzi etc.), sfruttando anche i dati messi a disposizione dalle Camere di commercio, fornisce agli operatori economici e ai soggetti istituzionali un quadro dettagliato sulle dinamiche che nel 2017 hanno interessato l’intera filiera suinicola italiana.

Il report è consultabile a questo link: http://web.bmti.it/rapportieconomici

]]>
L’Annuario 2017 sul mercato suinicolo realizzato da BMTI nell’ambito di un progetto con il Ministero delle Politiche Agricole, attraverso l’analisi delle principali variabili di settore (consistenza allevamenti, macellazioni, costi, scambi con l’estero, prezzi etc.), sfruttando anche i dati messi a disposizione dalle Camere di commercio, fornisce agli operatori economici e ai soggetti istituzionali un quadro dettagliato sulle dinamiche che nel 2017 hanno interessato l’intera filiera suinicola italiana.

Il report è consultabile a questo link: http://web.bmti.it/rapportieconomici

]]>
redazione@sa.camcom.it ( Redazione sa.camcom.it )
<![CDATA[ Aggiornamento privacy ]]> http://www.sa.camcom.it/P42A1901C395S392/Aggiornamento-privacy.htm Thu, 24 May 2018 00:05:00 GMT Rss http://www.sa.camcom.it/P42A1901C395S392/Aggiornamento-privacy.htm

Stiamo aggiornando le nostre politiche e il nostro sistema di gestione dei dati personali per garantire i tuoi diritti in materia di privacy secondo le disposizioni del nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati nell'Unione Europea (GDPR).


La Camera di commercio di Salerno è costantemente impegnata a garantirti trasparenza e sicurezza nelle modalità di trattamento dei tuoi dati. Le modifiche che stiamo apportando ci consentono di salvaguardare i tuoi dati e meglio tutelare la tua privacy.


Per esercitare i tuoi diritti puoi scrivere a RPD@sa.camcom.it.

]]>
Stiamo aggiornando le nostre politiche e il nostro sistema di gestione dei dati personali per garantire i tuoi diritti in materia di privacy secondo le disposizioni del nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati nell'Unione Europea (GDPR).


La Camera di commercio di Salerno è costantemente impegnata a garantirti trasparenza e sicurezza nelle modalità di trattamento dei tuoi dati. Le modifiche che stiamo apportando ci consentono di salvaguardare i tuoi dati e meglio tutelare la tua privacy.


Per esercitare i tuoi diritti puoi scrivere a RPD@sa.camcom.it.

]]>
redazione@sa.camcom.it ( Redazione sa.camcom.it )
<![CDATA[ Impresa 4.0 e digitalizzazione delle PMI salernitane - Doppio appuntamento informativo e formativo organizzato dalla CCIAA ]]> http://www.sa.camcom.it/P42A1900C395S392/Impresa-4-0-e-digitalizzazione-delle-PMI-salernitane---Doppio-appuntamento-informativo-e-formativo-organizzato-dalla-CCIAA.htm Tue, 22 May 2018 00:05:00 GMT Rss http://www.sa.camcom.it/P42A1900C395S392/Impresa-4-0-e-digitalizzazione-delle-PMI-salernitane---Doppio-appuntamento-informativo-e-formativo-organizzato-dalla-CCIAA.htm

Venerdì 25 maggio e mercoledì 30 maggio, presso la sede della Camera di Commercio di Salerno – via Generale Clark 19 - si terranno due seminari informativi rivolti alle PMI salernitane che intendono ampliare le conoscenze circa le opportunità che il Piano Nazionale Impresa 4.0 rende disponibili per le imprese del territorio che intendono innovare i loro processi aziendali.

I seminari saranno coordinato dal Prof. Alex Giordano, pioniere italiano della rete, già fondatore di Ninjamarketing e del metodo di Etnografia Digitale, docente dell’Università Federico II° di Napoli e responsabile del laboratorio Societing 4.0 - Digital Transformation  ed Impresa 4.0.

Nel pomeriggio dello stesso giorno, dalle ore 15.00, si terrà invece un workshop di approfondimento che, per venerdì 25 maggio, sarà riservato alle imprese coinvolte direttamente o indirettamente nella filiera dell’agrifood mentre l’appuntamento di mercoledì 30 maggio riguarderà le imprese della filiera dell’artigianato.

“Il Piano impresa 4.0 – dichiara il presidente della Camera di Commercio di Salerno Andrea Prete - è uno strumento straordinario in grado di determinare una forte innovazione nel tessuto produttivo del nostro Paese. Il sistema camerale è stato direttamente coinvolto con la creazione dei Punti Impresa Digitale per affiancare e accompagnare soprattutto le piccole imprese di tutti i settori nel processo di innovazione. La digitalizzazione del Paese è una trasformazione culturale che avvantaggerà soprattutto le giovani generazioni, oggettivamente più adatte a inserirsi in questo nuovo contesto e più avvezze all'utilizzo delle nuove tecnologie.  La partnership con l'università Federico II è un elemento decisivo, perché in quel contesto esistono le competenze che, in virtù dell'accordo, il sistema camerale trasferisce alle pmi grazie a un percorso, in prima battuta di tipo informativo, poi formativo e in molti casi applicativo”.

Per saperne di più e iscriversi agli eventi clicca qui

]]>
Venerdì 25 maggio e mercoledì 30 maggio, presso la sede della Camera di Commercio di Salerno – via Generale Clark 19 - si terranno due seminari informativi rivolti alle PMI salernitane che intendono ampliare le conoscenze circa le opportunità che il Piano Nazionale Impresa 4.0 rende disponibili per le imprese del territorio che intendono innovare i loro processi aziendali.

I seminari saranno coordinato dal Prof. Alex Giordano, pioniere italiano della rete, già fondatore di Ninjamarketing e del metodo di Etnografia Digitale, docente dell’Università Federico II° di Napoli e responsabile del laboratorio Societing 4.0 - Digital Transformation  ed Impresa 4.0.

Nel pomeriggio dello stesso giorno, dalle ore 15.00, si terrà invece un workshop di approfondimento che, per venerdì 25 maggio, sarà riservato alle imprese coinvolte direttamente o indirettamente nella filiera dell’agrifood mentre l’appuntamento di mercoledì 30 maggio riguarderà le imprese della filiera dell’artigianato.

“Il Piano impresa 4.0 – dichiara il presidente della Camera di Commercio di Salerno Andrea Prete - è uno strumento straordinario in grado di determinare una forte innovazione nel tessuto produttivo del nostro Paese. Il sistema camerale è stato direttamente coinvolto con la creazione dei Punti Impresa Digitale per affiancare e accompagnare soprattutto le piccole imprese di tutti i settori nel processo di innovazione. La digitalizzazione del Paese è una trasformazione culturale che avvantaggerà soprattutto le giovani generazioni, oggettivamente più adatte a inserirsi in questo nuovo contesto e più avvezze all'utilizzo delle nuove tecnologie.  La partnership con l'università Federico II è un elemento decisivo, perché in quel contesto esistono le competenze che, in virtù dell'accordo, il sistema camerale trasferisce alle pmi grazie a un percorso, in prima battuta di tipo informativo, poi formativo e in molti casi applicativo”.

Per saperne di più e iscriversi agli eventi clicca qui

]]>
redazione@sa.camcom.it ( Redazione sa.camcom.it )
<![CDATA[ Indice dei prezzi al consumo - Aprile 2018 ]]> http://www.sa.camcom.it/P42A1899C395S392/Indice-dei-prezzi-al-consumo---Aprile-2018.htm Fri, 18 May 2018 00:05:00 GMT Rss http://www.sa.camcom.it/P42A1899C395S392/Indice-dei-prezzi-al-consumo---Aprile-2018.htm

L’Istat comunica che nel mese di aprile 2018, si stima che l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, aumenti dello 0,1% sul mese precedente e dello 0,5% su base annua (da +0,8% registrato a marzo), confermando la stima preliminare.

Il rallentamento dell’inflazione, in parte frenato dall’accelerazione dei prezzi dei Beni alimentari (da +0,5% di marzo a +1,3%), si deve prevalentemente all’inversione di tendenza dei prezzi dei Beni energetici regolamentati (da +5,0% a -1,2%) e dei Servizi relativi ai trasporti (da +2,5% a -0,7%), cui si aggiunge quella, meno marcata, dei prezzi dei Servizi relativi alle comunicazioni (da +0,4% a -0,7%).

L’“inflazione di fondo”, al netto degli energetici e degli alimentari freschi rallenta a +0,5% (era +0,7% nel mese precedente) mentre quella al netto dei soli Beni energetici si attesta a +0,5% (come a marzo).

L’aumento congiunturale dell’indice generale dei prezzi al consumo è dovuto principalmente ai rialzi dei prezzi degli Alimentari lavorati (+0,7%), dei Beni energetici non regolamentati (+1,1%) e dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (+1,0%), quasi del tutto neutralizzati dal calo dei prezzi dei Beni energetici regolamentati (-5,5%).

Su base annua la crescita dei prezzi dei beni rimane stabile rispetto al mese precedente (+0,7%) mentre quelli dei servizi ha subito una decelerazione (da +0,9% a +0,3%), il differenziale inflazionistico tra servizi e beni torna negativo (da +0,2 punti percentuali di marzo a -0,4 punti percentuali).

L’inflazione acquisita per il 2018 è +0,7% per l’indice generale e +0,5% per la componente di fondo.

I prezzi dei Beni alimentari, per la cura della casa e della persona aumentano dello 0,4% sul mese precedente e dell’1,2% rispetto ad aprile 2017 (+0,4% a marzo).

I prezzi dei prodotti ad alta frequenza d’acquisto salgono dello 0,3% su base mensile e dell’1,4% su base annua (in accelerazione da +0,8% del mese precedente).

L’indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) aumenta dello 0,5% in termini congiunturali e dello 0,6% in termini tendenziali (in decelerazione da +0,9 di marzo), confermando la stima preliminare. Il rialzo congiunturale più marcato rispetto al NIC si deve al rientro definitivo dei saldi invernali di abbigliamento e calzature di cui il NIC non tiene conto.

L’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI), al netto dei tabacchi, rimane stabile su base mensile e aumenta dello 0,4% rispetto ad aprile 2017.

 

Per ulteriori informazioni:

Ufficio di Statistica – sig.ra Marisa Pareres – email: marisa.pareres@sa.camcom.it – tel. 0893068464

]]>
L’Istat comunica che nel mese di aprile 2018, si stima che l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, aumenti dello 0,1% sul mese precedente e dello 0,5% su base annua (da +0,8% registrato a marzo), confermando la stima preliminare.

Il rallentamento dell’inflazione, in parte frenato dall’accelerazione dei prezzi dei Beni alimentari (da +0,5% di marzo a +1,3%), si deve prevalentemente all’inversione di tendenza dei prezzi dei Beni energetici regolamentati (da +5,0% a -1,2%) e dei Servizi relativi ai trasporti (da +2,5% a -0,7%), cui si aggiunge quella, meno marcata, dei prezzi dei Servizi relativi alle comunicazioni (da +0,4% a -0,7%).

L’“inflazione di fondo”, al netto degli energetici e degli alimentari freschi rallenta a +0,5% (era +0,7% nel mese precedente) mentre quella al netto dei soli Beni energetici si attesta a +0,5% (come a marzo).

L’aumento congiunturale dell’indice generale dei prezzi al consumo è dovuto principalmente ai rialzi dei prezzi degli Alimentari lavorati (+0,7%), dei Beni energetici non regolamentati (+1,1%) e dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (+1,0%), quasi del tutto neutralizzati dal calo dei prezzi dei Beni energetici regolamentati (-5,5%).

Su base annua la crescita dei prezzi dei beni rimane stabile rispetto al mese precedente (+0,7%) mentre quelli dei servizi ha subito una decelerazione (da +0,9% a +0,3%), il differenziale inflazionistico tra servizi e beni torna negativo (da +0,2 punti percentuali di marzo a -0,4 punti percentuali).

L’inflazione acquisita per il 2018 è +0,7% per l’indice generale e +0,5% per la componente di fondo.

I prezzi dei Beni alimentari, per la cura della casa e della persona aumentano dello 0,4% sul mese precedente e dell’1,2% rispetto ad aprile 2017 (+0,4% a marzo).

I prezzi dei prodotti ad alta frequenza d’acquisto salgono dello 0,3% su base mensile e dell’1,4% su base annua (in accelerazione da +0,8% del mese precedente).

L’indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) aumenta dello 0,5% in termini congiunturali e dello 0,6% in termini tendenziali (in decelerazione da +0,9 di marzo), confermando la stima preliminare. Il rialzo congiunturale più marcato rispetto al NIC si deve al rientro definitivo dei saldi invernali di abbigliamento e calzature di cui il NIC non tiene conto.

L’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI), al netto dei tabacchi, rimane stabile su base mensile e aumenta dello 0,4% rispetto ad aprile 2017.

 

Per ulteriori informazioni:

Ufficio di Statistica – sig.ra Marisa Pareres – email: marisa.pareres@sa.camcom.it – tel. 0893068464

]]>
redazione@sa.camcom.it ( Redazione sa.camcom.it )
<![CDATA[ Premio Imprese Storiche Salernitane - Le immagini ]]> http://www.sa.camcom.it/P42A1898C395S392/Premio-Imprese-Storiche-Salernitane---Le-immagini.htm Fri, 18 May 2018 00:05:00 GMT Rss http://www.sa.camcom.it/P42A1898C395S392/Premio-Imprese-Storiche-Salernitane---Le-immagini.htm

Premio Imprese Storiche Salernitane

Teatro Municipale Giuseppe Verdi

Giovedì 17 maggio 2018

 

 

]]>
Premio Imprese Storiche Salernitane

Teatro Municipale Giuseppe Verdi

Giovedì 17 maggio 2018

 

 

]]>
redazione@sa.camcom.it ( Redazione sa.camcom.it )
<![CDATA[ L'Economia in provincia di Salerno - La CCIAA presenta la "fotografia" del territorio e premia le imprese storiche ]]> http://www.sa.camcom.it/P42A1895C395S392/L-Economia-in-provincia-di-Salerno---La-CCIAA-presenta-la--fotografia--del-territorio-e-premia-le-imprese-storiche.htm Wed, 16 May 2018 00:05:00 GMT Rss http://www.sa.camcom.it/P42A1895C395S392/L-Economia-in-provincia-di-Salerno---La-CCIAA-presenta-la--fotografia--del-territorio-e-premia-le-imprese-storiche.htm

Dal “Rapporto sullo stato dell’Economia provinciale” elaborato dalla Camera di Commercio di Salerno e presentato nel corso dell’evento “Premio Imprese Storiche Salernitane” emerge che la ricchezza complessivamente prodotta in provincia di Salerno nel 2017 è di oltre 18 miliardi di euro correnti. Il valore aggiunto procapite della provincia di Salerno è di 16,7mila euro, in linea con il dato medio regionale, ma decisamente inferiore al dato medio nazionale, che raggiunge i 25,4mila euro.

Circa la dinamica imprenditoriale, nel 2017 l’anagrafe delle imprese della provincia di Salerno registra un saldo positivo pari a +1.510 unità, dato dalla differenza tra 7.610 iscrizioni e 6.100 cessazioni. Il tasso di crescita imprenditoriale è dell’1,3%, maggiore del tasso nazionale (0,8%) ma minore di quello della Campania (1,6%).

La dinamica 2017 evidenzia risultati positivi per tutti i settori. Prosegue la crescita delle attività dei servizi, in particolare quelli destinati alle imprese (3,4%) e dei servizi di alloggio e ristorazione (3,2%). In crescita, anche se in misura più lieve, la consistenza imprenditoriale del settore agricolo (1,3%). Sostanzialmente stabili le attività del commercio (0,2%), del manifatturiero (0,1%) e delle costruzioni (0,4%).

Circa il commercio con l’estero, nel 2017 il valore delle esportazioni salernitane di merci risulta pari a 2.483 milioni di euro, segnando un aumento del 4% rispetto al 2016. Nello stesso periodo, il valore delle importazioni di merci si attesta su 1.684 milioni di euro, con una diminuzione del 2% rispetto all’anno precedente. Si determina così un saldo della bilancia commerciale del valore di quasi 800 milioni di euro.

Le esportazioni salernitane del 2017 appaiono in linea con l’andamento delle esportazioni regionali (+4%)e sono costituite principalmente da prodotti dell’attività manifatturiera (90% del valore complessivo). La quota maggiore dell’export manifatturiero è da attribuire ai “prodotti alimentari” (45,2% del totale export); rilevanti anche i comparti “metalli e prodotti in metallo” (8,2%) e gli “articoli in gomma e plastica” (7,6%). Da segnalare il risultato positivo conseguito dal settore primario che registra un incremento dell’export del 6,7%. Per quanto riguarda la destinazione geografica dei flussi commerciali verso l’estero, l’Europa passa dal 66% dell’export totale salernitano al 64%. Seguono America (16%), gli stati africani (9,5%) e i paesi asiatici (8%).

Nel 2017 in provincia di Salerno il numero di occupati risulta pari a 353mila, stabile rispetto a quanto registrato nel 2016. Contestualmente si riducono di circa 8mila le persone in cerca di lavoro, passando in valore assoluto da 75mila a 67mila (-10,4% la variazione annua).

Risultano di conseguenza in diminuzione le forze lavoro della provincia, cioè il totale delle persone che lavorano e che sono attivamente in cerca di occupazione (-1,8%). Ciò emerge dall’indagine sulle Forze di Lavoro effettuata periodicamente dall’Istat.

Sulla base dei dati tratti dall’indagine internazionale sul turismo realizzata dalla Banca d’Italia, il 2016 è stato un anno in ascesa rispetto al precedente, per quanto riguarda i viaggiatori stranieri che si sono diretti in provincia di Salerno, passati dai 469mila del 2015 ai 671mila del 2016 (+43,1%).

Risulta cresciuto, sebbene in misura più moderata, anche il numero di pernottamenti dei viaggiatori stranieri, passati da 2,6milioni a 3,3milioni nel 2016 (27,8%). La permanenza media del turista straniero in provincia risulta quindi pari a quasi 5 giornate, superiore alla media nazionale che si attesta a poco più di 3. Nel 2016 i viaggiatori stranieri in provincia di Salerno hanno speso complessivamente 379milioni di euro: la spesa giornaliera pro-capite è di € 115 (media Italia € 105).

Il Sistema Produttivo Culturale e Creativo, fatto da imprese, PA e non profit, genera nella provincia di Salerno, circa 652,3milioni di euro, equivalenti al 3,8% del valore aggiunto provinciale. Una ricchezza che si riflette in positivo anche sull'occupazione, dando lavoro a quasi 15mila persone, che rappresentano il 4% del totale degli occupati in provincia.

La cultura è uno dei motori trainanti dell'economia italiana, uno dei fattori che più alimentano la qualità e la competitività del made in Italy. Il valore prodotto dalle filiere del settore “attiva” altri settori dell’economia che beneficiano di cultura e creatività, a cominciare dal turismo. È quanto emerge dal Rapporto 2017 "Io sono cultura - l'Italia della qualità e della bellezza sfida la crisi", elaborato da Fondazione Symbola e Unioncamere.

Risultano in aumento il traffico passeggeri e merci del 2017 nel porto di Salerno, mentre calano i passeggeri delle navi da crociera. Le cifre sono contenute nel documento statistico dell’Autorità di Sistema Portuale (AdSP) del Mar Tirreno Centrale, cui è confluita dal 1 gennaio di quest’anno, l’Autorità Portuale di Salerno. Il traffico merci del porto di Salerno registra nel 2017 incrementi del 17% per quanto riguarda i container movimentati (da 388.572 teus nel 2016 a 454.686 teus nel 2017).

Partendo dall’analisi della raccolta bancaria, va evidenziato che nella provincia di Salerno, nel 2017, il totale dei depositi bancari e dei risparmi postali raccolti dal sistema bancario ammonta a quasi 18 miliardi di euro. Si tratta di quasi il 20% del totale regionale pari complessivamente a più di 90 miliardi. Dal punto di vista dinamico, si registra una tendenza positiva, visto che negli ultimi dodici mesi, il totale dei depositi raccolti dagli istituti bancari ha registrato un incremento del +2,4%.

Sul versante dell’erogazione di finanziamenti si sottolinea come gli impieghi bancari registrino negli ultimi dodici mesi un incremento dell’1,4% in provincia. Alla data del 31 dicembre 2017 le banche hanno messo a disposizione del sistema socio-imprenditoriale salernitano circa 14,9 miliardi di euro. Tale valore risulta, tuttavia, inferiore di circa 3 miliardi di euro rispetto al totale dei depositi presenti in provincia.

L’accesso al credito nella provincia di Salerno, sconta, inoltre, maggiori rischi rispetto alla media nazionale. Lo dimostra il valore del tasso effettivo applicato dal sistema bancario ai finanziamenti per cassa per rischi a revoca che, in provincia, raggiunge, nel 2017, il 7,55% attestandosi ad un valore più alto rispetto quello alla media regionale (6,74%) e soprattutto a quella nazionale (4,45%). Tuttavia, il costo del denaro registra in provincia una riduzione rispetto al 2016 di quasi un punto percentuale (era 8,45 al 31.12.2016).

Questo in sintesi quanto emerge dal report, disponibile in allegato e a cui si rinvia per gli approfondimenti.

Salerno, 17 maggio 2018

]]>
Dal “Rapporto sullo stato dell’Economia provinciale” elaborato dalla Camera di Commercio di Salerno e presentato nel corso dell’evento “Premio Imprese Storiche Salernitane” emerge che la ricchezza complessivamente prodotta in provincia di Salerno nel 2017 è di oltre 18 miliardi di euro correnti. Il valore aggiunto procapite della provincia di Salerno è di 16,7mila euro, in linea con il dato medio regionale, ma decisamente inferiore al dato medio nazionale, che raggiunge i 25,4mila euro.

Circa la dinamica imprenditoriale, nel 2017 l’anagrafe delle imprese della provincia di Salerno registra un saldo positivo pari a +1.510 unità, dato dalla differenza tra 7.610 iscrizioni e 6.100 cessazioni. Il tasso di crescita imprenditoriale è dell’1,3%, maggiore del tasso nazionale (0,8%) ma minore di quello della Campania (1,6%).

La dinamica 2017 evidenzia risultati positivi per tutti i settori. Prosegue la crescita delle attività dei servizi, in particolare quelli destinati alle imprese (3,4%) e dei servizi di alloggio e ristorazione (3,2%). In crescita, anche se in misura più lieve, la consistenza imprenditoriale del settore agricolo (1,3%). Sostanzialmente stabili le attività del commercio (0,2%), del manifatturiero (0,1%) e delle costruzioni (0,4%).

Circa il commercio con l’estero, nel 2017 il valore delle esportazioni salernitane di merci risulta pari a 2.483 milioni di euro, segnando un aumento del 4% rispetto al 2016. Nello stesso periodo, il valore delle importazioni di merci si attesta su 1.684 milioni di euro, con una diminuzione del 2% rispetto all’anno precedente. Si determina così un saldo della bilancia commerciale del valore di quasi 800 milioni di euro.

Le esportazioni salernitane del 2017 appaiono in linea con l’andamento delle esportazioni regionali (+4%)e sono costituite principalmente da prodotti dell’attività manifatturiera (90% del valore complessivo). La quota maggiore dell’export manifatturiero è da attribuire ai “prodotti alimentari” (45,2% del totale export); rilevanti anche i comparti “metalli e prodotti in metallo” (8,2%) e gli “articoli in gomma e plastica” (7,6%). Da segnalare il risultato positivo conseguito dal settore primario che registra un incremento dell’export del 6,7%. Per quanto riguarda la destinazione geografica dei flussi commerciali verso l’estero, l’Europa passa dal 66% dell’export totale salernitano al 64%. Seguono America (16%), gli stati africani (9,5%) e i paesi asiatici (8%).

Nel 2017 in provincia di Salerno il numero di occupati risulta pari a 353mila, stabile rispetto a quanto registrato nel 2016. Contestualmente si riducono di circa 8mila le persone in cerca di lavoro, passando in valore assoluto da 75mila a 67mila (-10,4% la variazione annua).

Risultano di conseguenza in diminuzione le forze lavoro della provincia, cioè il totale delle persone che lavorano e che sono attivamente in cerca di occupazione (-1,8%). Ciò emerge dall’indagine sulle Forze di Lavoro effettuata periodicamente dall’Istat.

Sulla base dei dati tratti dall’indagine internazionale sul turismo realizzata dalla Banca d’Italia, il 2016 è stato un anno in ascesa rispetto al precedente, per quanto riguarda i viaggiatori stranieri che si sono diretti in provincia di Salerno, passati dai 469mila del 2015 ai 671mila del 2016 (+43,1%).

Risulta cresciuto, sebbene in misura più moderata, anche il numero di pernottamenti dei viaggiatori stranieri, passati da 2,6milioni a 3,3milioni nel 2016 (27,8%). La permanenza media del turista straniero in provincia risulta quindi pari a quasi 5 giornate, superiore alla media nazionale che si attesta a poco più di 3. Nel 2016 i viaggiatori stranieri in provincia di Salerno hanno speso complessivamente 379milioni di euro: la spesa giornaliera pro-capite è di € 115 (media Italia € 105).

Il Sistema Produttivo Culturale e Creativo, fatto da imprese, PA e non profit, genera nella provincia di Salerno, circa 652,3milioni di euro, equivalenti al 3,8% del valore aggiunto provinciale. Una ricchezza che si riflette in positivo anche sull'occupazione, dando lavoro a quasi 15mila persone, che rappresentano il 4% del totale degli occupati in provincia.

La cultura è uno dei motori trainanti dell'economia italiana, uno dei fattori che più alimentano la qualità e la competitività del made in Italy. Il valore prodotto dalle filiere del settore “attiva” altri settori dell’economia che beneficiano di cultura e creatività, a cominciare dal turismo. È quanto emerge dal Rapporto 2017 "Io sono cultura - l'Italia della qualità e della bellezza sfida la crisi", elaborato da Fondazione Symbola e Unioncamere.

Risultano in aumento il traffico passeggeri e merci del 2017 nel porto di Salerno, mentre calano i passeggeri delle navi da crociera. Le cifre sono contenute nel documento statistico dell’Autorità di Sistema Portuale (AdSP) del Mar Tirreno Centrale, cui è confluita dal 1 gennaio di quest’anno, l’Autorità Portuale di Salerno. Il traffico merci del porto di Salerno registra nel 2017 incrementi del 17% per quanto riguarda i container movimentati (da 388.572 teus nel 2016 a 454.686 teus nel 2017).

Partendo dall’analisi della raccolta bancaria, va evidenziato che nella provincia di Salerno, nel 2017, il totale dei depositi bancari e dei risparmi postali raccolti dal sistema bancario ammonta a quasi 18 miliardi di euro. Si tratta di quasi il 20% del totale regionale pari complessivamente a più di 90 miliardi. Dal punto di vista dinamico, si registra una tendenza positiva, visto che negli ultimi dodici mesi, il totale dei depositi raccolti dagli istituti bancari ha registrato un incremento del +2,4%.

Sul versante dell’erogazione di finanziamenti si sottolinea come gli impieghi bancari registrino negli ultimi dodici mesi un incremento dell’1,4% in provincia. Alla data del 31 dicembre 2017 le banche hanno messo a disposizione del sistema socio-imprenditoriale salernitano circa 14,9 miliardi di euro. Tale valore risulta, tuttavia, inferiore di circa 3 miliardi di euro rispetto al totale dei depositi presenti in provincia.

L’accesso al credito nella provincia di Salerno, sconta, inoltre, maggiori rischi rispetto alla media nazionale. Lo dimostra il valore del tasso effettivo applicato dal sistema bancario ai finanziamenti per cassa per rischi a revoca che, in provincia, raggiunge, nel 2017, il 7,55% attestandosi ad un valore più alto rispetto quello alla media regionale (6,74%) e soprattutto a quella nazionale (4,45%). Tuttavia, il costo del denaro registra in provincia una riduzione rispetto al 2016 di quasi un punto percentuale (era 8,45 al 31.12.2016).

Questo in sintesi quanto emerge dal report, disponibile in allegato e a cui si rinvia per gli approfondimenti.

Salerno, 17 maggio 2018

]]>
redazione@sa.camcom.it ( Redazione sa.camcom.it )
<![CDATA[ Previsioni occupazionali in provincia di Salerno nel mese di maggio 2018 ]]> http://www.sa.camcom.it/P42A1897C395S392/Previsioni-occupazionali-in-provincia-di-Salerno-nel-mese-di-maggio-2018.htm Wed, 16 May 2018 00:05:00 GMT Rss http://www.sa.camcom.it/P42A1897C395S392/Previsioni-occupazionali-in-provincia-di-Salerno-nel-mese-di-maggio-2018.htm

I programmi occupazionali delle imprese salernitane del settore privato dell’industria e dei servizi, rilevate dal sistema Excelsior per il mese di maggio 2018, indicano che saranno circa 6.610 le entrate previste, nella regione 30.500 e complessivamente in Italia circa 426.000.

Nel 26% dei casi le entrate previste saranno stabili, ossia con un contratto a tempo indeterminato o di apprendistato, mentre nel 74% saranno a termine (a tempo determinato o altri contratti con durata predefinita). Le entrate previste si concentreranno per il 78% nel settore dei servizi e per l’80% nelle imprese con meno di 50 dipendenti. Il 6% sarà destinato a dirigenti, specialisti e tecnici (ossia profili high skill), quota inferiore alla media nazionale (15%). In 17 casi su 100 le imprese prevedono di avere difficoltà a trovare i profili desiderati e per una quota pari al 32% interesseranno giovani con meno di 30 anni.
Il 5% delle entrate previste sarà destinato a personale laureato mentre le tre figure professionali più richieste (cuochi, camerieri e altre professioni dei servizi turistici - conduttori di mezzi di trasporto – commessi ed altro personale qualificato in negozi ed esercizi all’ingrosso) concentreranno il 45% delle entrate complessive previste.

Per una quota pari al 67% delle entrate viene richiesta esperienza professionale specifica o nello stesso settore. Le imprese che prevedono entrate saranno pari al 15% del totale.

Per informazioni: Ufficio Statistica e Prezzi – Sig.ra Marisa Pareres (tel 0893068464, marisa.pareres@sa.camcom.it)
 

]]>
I programmi occupazionali delle imprese salernitane del settore privato dell’industria e dei servizi, rilevate dal sistema Excelsior per il mese di maggio 2018, indicano che saranno circa 6.610 le entrate previste, nella regione 30.500 e complessivamente in Italia circa 426.000.

Nel 26% dei casi le entrate previste saranno stabili, ossia con un contratto a tempo indeterminato o di apprendistato, mentre nel 74% saranno a termine (a tempo determinato o altri contratti con durata predefinita). Le entrate previste si concentreranno per il 78% nel settore dei servizi e per l’80% nelle imprese con meno di 50 dipendenti. Il 6% sarà destinato a dirigenti, specialisti e tecnici (ossia profili high skill), quota inferiore alla media nazionale (15%). In 17 casi su 100 le imprese prevedono di avere difficoltà a trovare i profili desiderati e per una quota pari al 32% interesseranno giovani con meno di 30 anni.
Il 5% delle entrate previste sarà destinato a personale laureato mentre le tre figure professionali più richieste (cuochi, camerieri e altre professioni dei servizi turistici - conduttori di mezzi di trasporto – commessi ed altro personale qualificato in negozi ed esercizi all’ingrosso) concentreranno il 45% delle entrate complessive previste.

Per una quota pari al 67% delle entrate viene richiesta esperienza professionale specifica o nello stesso settore. Le imprese che prevedono entrate saranno pari al 15% del totale.

Per informazioni: Ufficio Statistica e Prezzi – Sig.ra Marisa Pareres (tel 0893068464, marisa.pareres@sa.camcom.it)
 

]]>
redazione@sa.camcom.it ( Redazione sa.camcom.it )
<![CDATA[ Punto Impresa Digitale (PID) - Seminari approfondimento e workshop. Venerdì 25 e mercoledì 30 maggio 2018 ]]> http://www.sa.camcom.it/P42A1896C395S392/Punto-Impresa-Digitale--PID----Seminari-approfondimento-e-workshop--Venerdi-25-e-mercoledi-30-maggio-2018.htm Wed, 16 May 2018 00:05:00 GMT Rss http://www.sa.camcom.it/P42A1896C395S392/Punto-Impresa-Digitale--PID----Seminari-approfondimento-e-workshop--Venerdi-25-e-mercoledi-30-maggio-2018.htm

Nel quadro delle attività programmate dal Punto Impresa Digitale della CCIAA di Salerno per il 2018, l'Ente camerale intende intensificare le azioni di informazione qualificata e di promozione delle opportunità che il Piano Nazionale Impresa 4.0 rende disponibili per le imprese del territorio che intendono innovare i loro processi aziendali.

A tale scopo, la Camera di Commercio di Salerno ha sottoscritto un protocollo d’intesa con l’Università Federico II di Napoli  finalizzato a sostenere le imprese locali in un percorso assistito di introduzione all’ecosistema innovativo 4.0 partendo dai loro bisogni ed esigenze.

All’interno delle attività del protocollo PIDMED è prevista la realizzazione di 2 seminari informativi aperti alle imprese di tutti i settori nei giorni di venerdì 25 e mercoledì 30 maggio p.v. presso la sede camerale di Via Gen. Clark 19 – Salerno dalle ore 10.30 per illustrare il Piano Nazionale IMPRESA 4.0 e gli strumenti per incrementare e sostenere l’innovazione digitale nelle tecnologie abilitanti 4.0 per le imprese e contestualizzarne le possibili applicazioni in relazione alle esigenze delle imprese locali.

Il Seminario sarà coordinato dal Prof. Alex Giordano, pioniere italiano della rete, già fondatore di Ninjamarketing e del metodo di Etnografia Digitale, docente dell’Università Federico II° di Napoli e responsabile del laboratorio Societing 4.0 - Digital Transformation  ed Impresa 4.0 e che sarà supportato da un team di Digital Promoter che prenderanno contatto con le imprese per la fase di audit approfondito relativa alla valutazione della propria maturità digitale 4.0.

Nel corso del seminario saranno anche presentati i servizi offerti alle imprese dal PID - Punto Impresa Digitale, istituito dalla Camera di Commercio per:

  • diffondere la conoscenza sulle tecnologie ed i vantaggi di Industria 4.0;
  • offrire assistenza, orientamento e formazione sull’innovazione digitale;
  • illustrare le opportunità d’investimento connesse a Industria 4.0, offrendo un supporto nella scelta degli investimenti e degli incentivi.

Nel pomeriggio dello stesso giorno, dalle ore 15.00 si terrà invece un workshop di approfondimento.  

In particolare, il workshop di venerdì 25 maggio sarà riservato alle imprese coinvolte direttamente o indirettamente nella filiera dell’“agrifood”. Le imprese che intendono partecipare all’evento di venerdì 25 maggio dovranno iscriversi utilizzando l’apposito form qui: https://goo.gl/forms/DuTbUWRMnmOkroQC2).

 

Il workshop di mercoledì 30 maggio sarà riservato alle imprese coinvolte direttamente o indirettamente nella filiera dell’artigianato. Le imprese che intendono partecipare all’evento di mercoledi 30 maggio dovranno iscriversi utilizzando l’apposito form qui: https://goo.gl/forms/DuTbUWRMnmOkroQC2

 

Come previsto dal Bando, la partecipazione al seminario sarà condizione necessaria per l’erogazione dei “voucher” relativi alla “misura B”. 

 

In generale, tutte le aziende interessate all’innovazione digitale, che potranno o non potranno essere presenti all’evento, sono invitate a compilare il modello di autovalutazione (self-assessment) del proprio livello di digitalizzazione al seguente link ((sarà restituita via mail una certificazione di self-assessment dell’impresa):

https://www.puntoimpresadigitale.camcom.it/selfdigitalassessment/index.php/797291?lang=it

]]>
Nel quadro delle attività programmate dal Punto Impresa Digitale della CCIAA di Salerno per il 2018, l'Ente camerale intende intensificare le azioni di informazione qualificata e di promozione delle opportunità che il Piano Nazionale Impresa 4.0 rende disponibili per le imprese del territorio che intendono innovare i loro processi aziendali.

A tale scopo, la Camera di Commercio di Salerno ha sottoscritto un protocollo d’intesa con l’Università Federico II di Napoli  finalizzato a sostenere le imprese locali in un percorso assistito di introduzione all’ecosistema innovativo 4.0 partendo dai loro bisogni ed esigenze.

All’interno delle attività del protocollo PIDMED è prevista la realizzazione di 2 seminari informativi aperti alle imprese di tutti i settori nei giorni di venerdì 25 e mercoledì 30 maggio p.v. presso la sede camerale di Via Gen. Clark 19 – Salerno dalle ore 10.30 per illustrare il Piano Nazionale IMPRESA 4.0 e gli strumenti per incrementare e sostenere l’innovazione digitale nelle tecnologie abilitanti 4.0 per le imprese e contestualizzarne le possibili applicazioni in relazione alle esigenze delle imprese locali.

Il Seminario sarà coordinato dal Prof. Alex Giordano, pioniere italiano della rete, già fondatore di Ninjamarketing e del metodo di Etnografia Digitale, docente dell’Università Federico II° di Napoli e responsabile del laboratorio Societing 4.0 - Digital Transformation  ed Impresa 4.0 e che sarà supportato da un team di Digital Promoter che prenderanno contatto con le imprese per la fase di audit approfondito relativa alla valutazione della propria maturità digitale 4.0.

Nel corso del seminario saranno anche presentati i servizi offerti alle imprese dal PID - Punto Impresa Digitale, istituito dalla Camera di Commercio per:

  • diffondere la conoscenza sulle tecnologie ed i vantaggi di Industria 4.0;
  • offrire assistenza, orientamento e formazione sull’innovazione digitale;
  • illustrare le opportunità d’investimento connesse a Industria 4.0, offrendo un supporto nella scelta degli investimenti e degli incentivi.

Nel pomeriggio dello stesso giorno, dalle ore 15.00 si terrà invece un workshop di approfondimento.  

In particolare, il workshop di venerdì 25 maggio sarà riservato alle imprese coinvolte direttamente o indirettamente nella filiera dell’“agrifood”. Le imprese che intendono partecipare all’evento di venerdì 25 maggio dovranno iscriversi utilizzando l’apposito form qui: https://goo.gl/forms/DuTbUWRMnmOkroQC2).

 

Il workshop di mercoledì 30 maggio sarà riservato alle imprese coinvolte direttamente o indirettamente nella filiera dell’artigianato. Le imprese che intendono partecipare all’evento di mercoledi 30 maggio dovranno iscriversi utilizzando l’apposito form qui: https://goo.gl/forms/DuTbUWRMnmOkroQC2

 

Come previsto dal Bando, la partecipazione al seminario sarà condizione necessaria per l’erogazione dei “voucher” relativi alla “misura B”. 

 

In generale, tutte le aziende interessate all’innovazione digitale, che potranno o non potranno essere presenti all’evento, sono invitate a compilare il modello di autovalutazione (self-assessment) del proprio livello di digitalizzazione al seguente link ((sarà restituita via mail una certificazione di self-assessment dell’impresa):

https://www.puntoimpresadigitale.camcom.it/selfdigitalassessment/index.php/797291?lang=it

]]>
redazione@sa.camcom.it ( Redazione sa.camcom.it )
<![CDATA[ Seminario: "Bando Artigianato Regione Campania" - Lunedì 21/5 - CCIAA Salerno ]]> http://www.sa.camcom.it/P42A1894C395S392/Seminario---Bando-Artigianato-Regione-Campania----Lunedi-21-5---CCIAA-Salerno.htm Fri, 11 May 2018 00:05:00 GMT Rss http://www.sa.camcom.it/P42A1894C395S392/Seminario---Bando-Artigianato-Regione-Campania----Lunedi-21-5---CCIAA-Salerno.htm

Lunedì 21 maggio 2018, alle ore 16.30, presso la Sala Conferenze della Camera di Commercio di Salerno - via Generale Clark, 19/21 - si terrà un incontro informativo sugli aspetti tecnico/amministrativi del “Bando Artigianato Campano 2018”, emanato dalla Regione Campania.

La misura, dotata di risorse complessive per € 28.000.000,00, incentiva l’artigianato campano, in particolare l’artigianato artistico, e favorisce l’ammodernamento delle imprese artigiane di tutti i comparti agevolando l’acquisto di beni strumentali e l’introduzione di nuove tecnologie, soprattutto digitali, nell’impresa artigiana campana.

Il bando finanzia i programmi d’investimento che presentino valore complessivo tra € 25.000,00 ed € 200.000,00. Le agevolazioni concedibili, a copertura del 100% dei costi ammissibili, sono così erogabili:

  • 40% contributo a fondo perduto;
  • 60% finanziamento agevolato della durata di 7 anni, rate trimestrali, tasso 0,50% assistito da garanzie reali (pegni, ipoteche) e/o personali (es. fideiussioni).

Per maggiori dettagli, ci si può collegare al seguente link:

http://www.sviluppocampania.it/strumenti/artigianato_campano

 

La partecipazione al seminario è gratuita, previa registrazione da effettuare online compilando il modulo disponibile al seguente link: https://goo.gl/bGip9s

]]>
Lunedì 21 maggio 2018, alle ore 16.30, presso la Sala Conferenze della Camera di Commercio di Salerno - via Generale Clark, 19/21 - si terrà un incontro informativo sugli aspetti tecnico/amministrativi del “Bando Artigianato Campano 2018”, emanato dalla Regione Campania.

La misura, dotata di risorse complessive per € 28.000.000,00, incentiva l’artigianato campano, in particolare l’artigianato artistico, e favorisce l’ammodernamento delle imprese artigiane di tutti i comparti agevolando l’acquisto di beni strumentali e l’introduzione di nuove tecnologie, soprattutto digitali, nell’impresa artigiana campana.

Il bando finanzia i programmi d’investimento che presentino valore complessivo tra € 25.000,00 ed € 200.000,00. Le agevolazioni concedibili, a copertura del 100% dei costi ammissibili, sono così erogabili:

  • 40% contributo a fondo perduto;
  • 60% finanziamento agevolato della durata di 7 anni, rate trimestrali, tasso 0,50% assistito da garanzie reali (pegni, ipoteche) e/o personali (es. fideiussioni).

Per maggiori dettagli, ci si può collegare al seguente link:

http://www.sviluppocampania.it/strumenti/artigianato_campano

 

La partecipazione al seminario è gratuita, previa registrazione da effettuare online compilando il modulo disponibile al seguente link: https://goo.gl/bGip9s

]]>
redazione@sa.camcom.it ( Redazione sa.camcom.it )