Modello di utilità

Possono costituire oggetto di brevetto per modello di utilità i nuovi modelli atti a conferire particolare efficacia o comodità di applicazione o d’impiego, a macchine, o parti di esse, strumenti, utensili e oggetti d'uso in genere, quali i nuovi modelli consistenti in particolari conformazioni, disposizioni, configurazioni o combinazioni di parti.

Il brevetto per le macchine nel loro complesso non comprende la protezione delle singole parti.

 

I requisiti per ottenere un brevetto sono:

  • novità: il "trovato" non deve essere già compreso nello stato della tecnica; per lo stato della tecnica si intende tutto ciò che è stato reso accessibile al pubblico, in Italia o all'estero, prima della data di deposito della domanda di brevetto mediante descrizione scritta od orale, una utilizzazione o un qualsiasi altro mezzo;
  • attività inventiva: il "trovato" non deve risultare in modo evidente dallo stato della tecnica per una persona esperta del ramo;
  • applicazione industriale: il "trovato" deve poter essere oggetto di fabbricazione e utilizzo in campo industriale;
  • liceità: il "trovato" non deve essere contrario all'ordine pubblico e al buon costume.

Il monopolio, che decorre dalla data di deposito della domanda, dura 10 anni e non può essere rinnovato, né può esserne prorogata la durata.

 

Il diritto di brevetto per modello di utilità spetta all'autore del nuovo modello e ai suoi aventi causa.

Se la realizzazione dell'idea è avvenuta nel corso di un rapporto di lavoro dipendente, in cui l'attività inventiva è prevista come oggetto del rapporto e a tale scopo retribuita, titolare del diritto di brevetto è il datore di lavoro, mentre all'autore del trovato è riservato il diritto di esserne riconosciuto autore.

Se peraltro, pur essendoci rapporto di lavoro, l'attività inventiva non è oggetto di tale rapporto, il lavoratore inventore ha diritto a un equo premio.

Se il trovato è stato realizzato da un lavoratore dipendente nel settore di attività dell'impresa, ma al di fuori delle due ipotesi precedenti, il datore di lavoro ha solo un diritto di prelazione.

 

Cosa fare per ottenere il brevetto per modello di utilità?

Occorre presentare, personalmente o a mezzo mandatario, domanda di brevetto per Modello di Utilità sull’apposito “MODULO U” redatta in almeno un esemplare firmato in originale e completa della documentazione prescritta, presso le Camere di Commercio I.A.A. ciascun giorno lavorativo dalle ore 9 alle 12 escluso il sabato.

 

Il “MODULO U” unitamente alle “istruzioni per la compilazione” e alle “istruzioni per il deposito” sono disponibili accedendo alla sezione “DEPOSITO DOMANDE” sul sito ufficiale del MISE-UIBM al seguente indirizzo: www.uibm.gov.it.

Contatti

Brevetti e Marchi

Unità organizzativa
Brevetti e Marchi
Responsabile
Aldo Dell'Anno
Indirizzo
Via Generale Clark 19/21
CAP
84131
Telefono
0893068449
Fax
0893115025
Ultima modifica: Venerdì 20 Marzo 2020